Il Dojo

praticanti di qualsiasi livello, Master e a tutti coloro che desiderano dedicarsi un momento per ascoltarsi, sperimentare consapevolmente il significato profondo dell’equilibrio tra mente e corpo.

E’ un occasione per fare Reiki insieme, alternando pratiche di respirazionedi meditazione e di centratura. Proseguiremo poi con gli “scambi Reiki”,esercizi di trattamento, per apprendere l’arte meravigliosa del contatto con l’energia attraverso le mani.

Dōjō (道場) Etimologicamente significa “luogo (jō) dove si segue la via (dō). Via intesa come sentiero di vita per una crescita fisica e spirituale. Un sentiero che inizia alla nascita e termina con la morte. E’ una via a senso unico, attimo dopo attimo. Un immenso Qui e Ora.


In origine il termine, ereditato dalla tradizione buddhista cinese, indicava il luogo in cui il Buddha ottenne il risveglio e per estensione i luoghi deputati alla pratica spirituale nei templi buddhisti. Il termine venne poi adottato nel mondo militare e nella pratica del Bujutsu, perciò è a tutt’oggi diffuso nell’ambiente delle arti marziali.

 

In Occidente questo termine viene impropriamente tradotto in palestra ed inteso unicamente come spazio per l’allenamento corporeo, mentre nella cultura orientale il dojo è il luogo nel quale si può raggiungere, seguendo la Via, la perfetta unità tra mente e corpo e, quindi, il perfetto equilibrio psicofisico, la massima realizzazione della propria individualità.

 

Nessun allievo, nemmeno a livello avanzato, prende dal dojo più di quanto esso non dia a sua volta: il dojo non è semplice spazio ma anche immagine di un atteggiamento, i dojo della Via si differenziano in questo aspetto dai normali spazi sportivi: l’esercizio fisico può anche essere il medesimo ma è la ricerca del giusto atteggiamento che consente di progredire. L’allievo entra nel dojo e deve lasciare alle spalle tutti i problemi della quotidianità, purificarsi la mente e concentrarsi sull’allenamento per superare i propri limiti e le proprie insicurezze, in un costante confronto con sé stesso.